← Viaggi di gruppo

GEORGIA ENOGASTRONOMICA

Partenza 11 Giugno - Volo da Milano Malpensa - Quota a partire da 1950,00 euro a persona

La culla del vino

 

Un’occasione unica per visitare un paese tutto da gustare assaggiando grandi vini con Mario Bevione. La Georgia, uno dei paesi più antichi e affascinanti al mondo, è terra dalle infinite meraviglie e dal carattere autentico. Divisa tra Asia ed Europa dal Caucaso, la Georgia è sempre stato un importante collegamento commerciale tra i due continenti: la Via della Seta ha regalato a questo Paese una cultura mistica unica al mondo, sospesa fra Oriente e Occidente.
Un viaggio in Georgia è una scoperta inebriante: non solo bellezze naturali, borghi di montagna, chiese antiche e un popolo molto ospitale, ma anche le più antiche tradizioni vitivinicole del mondo la rendono una destinazione seducente e preziosa: in tutti i sensi.

 

1° giorno: 11 giugno 2022, sabato – Milano Malpensa / Istanbul


Ritrovo dei partecipanti all’aeroporto di Milano Malpensa, disbrigo delle formalità d’imbarco e, alle ore 10.35, partenza per Istanbul con volo di linea. Arrivo a destinazione alle ore 14.30 e incontro con la guida locale per effettuare un giro panoramico/fotografico in pullman che ci permetterà di toccare i punti di maggior interesse turistico della città. Al termine, trasferimento in hotel, sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento.

 

2° giorno: 12 giugno 2022, domenica – Istambul / Tbilisi

Prima colazione in hotel. In tempo utile, trasferimento in aeroporto e, alle ore 13.20, partenza con volo di linea per Tbilisi. Arrivo a destinazione alle ore 16.30, disbrigo delle formalità doganali, accoglienza, prima presa di contatto con la città e trasferimento in hotel. Sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento.

3° giorno: 13 giugno 2022, lunedì – Tbilisi

Dopo la prima colazione, incontro con la guida locale e visita alla fascinosa capitale della Georgia. Situata strategicamente al crocevia tra Europa e Asia, lungo la storica “Via della Seta”, Tbilisi oggi è un importante centro industriale, commerciale e socio-culturale. Visiteremo i monumenti più importanti della città: la chiesa di Metekhi (XIII sec.), la Fortezza di Narikala (IV sec.) una delle fortificazioni più vecchie della città, le Terme Sulfuree, la Cattedrale di Sioni e la Basilica di Anchiskhati (VI sec.). Pranzo con degustazione di 5/6 vini georgiani presso Vino Underground: un luogo iconico nella scena del vino naturale di Tbilisi, se non della Georgia intera. Questo piccolo locale, ricavato in una cantina rivestita di mattoni, è di proprietà ed è gestito da un collettivo dei migliori produttori di vino artigianali della Georgia. Nel pomeriggio, visita al Museo Nazionale della Georgia dove, oltre i magnifici tesori d’oro della Colchide, potremo ammirare la grande varietà dei vasi in terracotta che si usavano nei tempi antichi per la vinificazione. Tra questi, la famosa giara di terracotta datata 6000 a.C. Al termine, visita della Cantina Bagrationi, nota per la produzione di spumanti metodo classico. Cena di benvenuto in un ristorante tipico con spettacolo folcloristico. Pernottamento in hotel.

 

4° giorno: 14 giugno 2022, martedì – Tbilisi /Manavi /Anaga /Gremi /Artana / Telavi (220 km)


Prima colazione in hotel. In mattinata ci dirigeremo verso il Kakheti, la regione vinicola più importante della Georgia, dove al buon vino si associa un’eccezionale ospitalità. Il tour inizierà con la visita, con degustazione, della cantina di Nikoloz Antadze nel villaggio di Manavi, per proseguire con la visita della cantina di Nika Bakhia, che si trova ad Anaga. Pranzo con degustazione nei locali della cantina. Lungo il percorso verso Telavi visiteremo i resti della città di Gremi, che fu la capitale del Regno di Cachezia nei secoli XVI e XVII. Fondata da Leone di Cachezia, fu residenza reale e una vivace città commerciale sulla Via della Seta. Il complesso cosiddetto “degli Arcangeli”, è situato su una collina ed è composto dalle chiese dell’Arcangelo Michele e dell’Arcangelo Gabriele, dal campanile, da un palazzo di tre piani e dalla cantina (marani). L’insieme è delimitato da un muro con torri e feritoie. Interessanti e curiosi i resti di un passaggio sotterraneo segreto che portava al fiume. Nel tardo pomeriggio effettueremo la visita con degustazione alla cantina Gogo Wine ad Artana. Arrivo a Telavi, sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

5° giorno: 15 giugno 2022, mercoledì – Telavi / Kisiskhevi / Vardisubani / Tbilisi (190 km)


Dopo la prima colazione in hotel, visita guidata della città di Telavi che, durante la cosiddetta età dell’oro del Regno di Cachezia (XII/XIII secolo), divenne uno dei centri politici ed economici più importanti dello Stato. Dopo la disgregazione del Regno Georgiano unitario nel XV secolo, il ruolo di Telavi cominciò a perdere di importanza, divenendo successivamente una normale città di commercio. Tra i diversi, interessanti, monumenti, visiteremo la maestosa Cattedrale di Alaverdi, che conserva un importante ciclo di affreschi dell’XI/XVII secolo. Il monastero fu fondato nel XVI sec. da Joseb Alaverdeli, uno dei Tredici Padri Siriani provenienti dall’Antiochia. Ancora oggi, tra le sue mura, si provvede alla coltura di 104 diverse tipologie di viti autoctone della Georgia. Partenza per il villaggio Kisiskhevi dove visiteremo l’azienda vinicola Schuchmann wine e pranzeremo degustando i vini di loro produzione. Nel pomeriggio, proseguimento per il villaggio di Vardisubani per visitare la bottega locale di Kvevri dove, da diverse generazioni, si costruiscono giare di terracotta seguendo i dettami risalenti agli albori della vinificazione. Al termine delle visite rientro a Tbilisi. Cena in ristorante tradizionale e pernottamento in hotel.

6° giorno: 16 giugno 2022, giovedì – Tbilisi / Mtskheta / Chardakhi / Terjola / Kutaisi (300 km)


Dopo la prima colazione partenza per Mtskheta, antica capitale e centro religioso della Georgia. Visiteremo la Chiesa di Jvari e la Cattedrale di Svetiskhoveli, dove la tradizione vuole sia sepolta la tunica di Cristo. In seguito visita della cantina di Iago Bitarishvili nel villaggio Chardakhi. Pranzo con degustazione presso la cantina. Proseguimento del viaggio in direzione della regione dell’Imereti. Questo territorio ha condizioni climatiche uniche date dalla presenza di correnti marine che contrastano con quelle montane provenienti dai monti del Caucaso. Nella provincia di Terjola visiteremo e degusteremo i vini della cantina Nikoladze Wine Cellar. In serata arrivo a Kutaisi, città antichissima che a più riprese ha giocato un ruolo fondamentale nella storia della Georgia. Fu tra i centri più importanti dell’antica Colchide, famosa per essere stata la destinazione di Giasone e degli Argonauti in cerca del Vello d’Oro. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

7° giorno: 17 giugno 2022, venerdì – Kutaisi / Gelati / Bagdadi (Obcha) / Kutaisi (80 km)


Dopo la prima colazione in hotel, si visiteranno il grande complesso monumentale di Gelati, Patrimonio dell’Unesco: venne fondato dal re georgiano Davide II di Georgia, detto "Il Costruttore", nel 1106, ma fu completato solo dal figlio di questi Demetrio. Per lungo tempo il monastero rimase uno dei principali centri culturali della Georgia medievale. Era dotato di un’accademia in cui lavoravano i maggiori scienziati del paese, soprattutto teologi e filosofi, molti dei quali prima avevano studiato o lavorato all’estero, soprattutto a Costantinopoli. Tale era la fama raggiunta da questa accademia, che i contemporanei la chiamavano "la nuova Grecia" o "il secondo Monte Athos". La visita risulta emozionante per il luogo (che sovrasta il panorama delle colline di Kutaisi) per la grande architettura medievale della Cattedrale, delle Chiese e dell’Accademia di Filosofia e per i magnifici affreschi e mosaici ancora ben conservati. Breve visita del mercato rionale. Proseguimento per il villaggio Obcha per visitare la cantina Baia’s Wine. Degustazione dei vini della Georgia Occidentale e pranzo tipico presso la cantina. Tempo a disposizione per visitare il centro storico della città e della cattedrale di Bagrati. Cena in ristorante tradizionale e pernottamento in hotel a Kutaisi.

9° giorno: 18 giugno 2022, sabato – Kutaisi / Uplistsikhe / Mukhrani / Tbilisi (250 km)


Dopo la prima colazione, partenza per Uplistsikhe, la più antica città rupestre esistente in Georgia, fondata nel I millennio a. C. lungo un ramo della Via della Seta. Proseguimento per il complesso di Château Mukhrani, una volta di proprietà dei nobili Georgiani “Mukhranbatoni”. Questo immenso complesso include la cantina, il vigneto, il palazzo, la stalla. Qui potremmo conoscere i diversi vini della regione di Kartli e le tradizioni collegate alla viticultura. Visita delle vigne e pranzo con degustazione dei vini georgiani. Di ritorno a Tbilisi visiteremo la fabbrica Sarajishvili dove si producono Brandy della massima qualità dal 1884. Visita della fabbrica e degustazione. Arrivo a Tbilisi. Cena d’arrivederci in tipico ristorante e pernottamento in hotel.

10° giorno: 19 giugno 2022, domenica – Tbilisi / Milano Malpensa


Prima colazione in hotel e, in tempo utile, trasferimento in pullman all’aeroporto di Tbilisi e partenza, alle ore 10.30, con volo di linea. Arrivo a Milano Malpensa alle ore 18.00, sbarco e fine dei servizi.

 

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE IN CAMERA DOPPIA, minimo 20 paganti € 1.950
QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE IN CAMERA DOPPIA, minimo 15 paganti € 2.050
Supplemento camera singola € 290

SCONTO DI € 100 PER CHI SI PRENOTA ENTRO IL 15 MARZO 2022
Acconto alla prenotazione € 300 - Saldo 30 giorni ante partenza

 

NOTA BENE: per consentire un piacevole e confortevole svolgimento del viaggio, nonché un buon distanziamento in bus e durante le visite, il gruppo sarà composto da un massimo di 20 persone.

La quota comprende

  • Voli di linea Turkish Airlines a/r incluse le tasse aeroportuali;
  • Tutti i trasferimenti interni, secondo il programma, con Bus gran turismo;
  • Presenza e servizi, durante tutto il viaggio, di una guida professionale parlante italiano e di agenti di viaggio Proviaggi;
  • Sistemazione in hotel 4*, camere doppie con servizi privati (1 notte a Istanbul 4 notti Tbilisi + 2 notti Kutaisi + 1 notte Telavi);
  • Ingressi dove previsti (Museo nazionale, Vardisubani, Gremi, Uplistsikhe);
  • Trattamento di pensione completa come da programma con acqua ai pasti;
  • Visita con degustazione delle seguenti aziende: Bagrationi, Nikoloz Antadze wine cellar, Gogo wine Nika Bakhia wine Cellar, Schuschman wine Cellar, Iago’s wine Cellar, Nikoladze wine Cellar, Baia Abuladze wine Cellar, Château Mukhrani, Vino Underground e degustazione di brandy presso Sarajishvili, tutto questo con la guida esperta di Mario Bevione.
  • Una bottiglia di acqua (0.5) naturale al giorno per persona durante il tragitto;
  • Assicurazione sanitaria, bagaglio e Covid Protection

La quota non comprende

  • Eventuale polizza annullamento dal costo di € 30 (caldamente consigliata);
  • Le mance e gli extra in genere di carattere personale;
  • Tutto quanto non espressamente indicato ne “La quota comprende”.

*** l’Assicurazione Covid Protection include: rientro alla residenza: nel caso in cui all’Assicurato vengano imposte restrizioni dipendenti da Covid19 e tali da rendere impossibile il rientro con il mezzo inizialmente previsto dal contratto di viaggio, la Struttura Organizzativa si impegna a fornire, a proprio carico e nei limiti dei massimali di seguito riportati, un titolo di viaggio con un mezzo alternativo. Copertura € 1.500 per assicurato
Prolungamento del soggiorno: nel caso in cui all’Assicurato vengano imposte restrizioni dipendenti da Covid19 che lo obblighino a prolungare il soggiorno nella struttura ricettiva oltre la data prevista per il rientro dal contratto di viaggio, la Società rimborsa eventuali costi di soggiorno dovuti a tale prolungamento con un massimo di € 100,00 al giorno per persona per una durata non superiore a 3 giorni.

Informazioni utili e operative

  • Documenti di espatrio: è consentito l’ingresso anche con la sola carta di identità (in formato elettronico) valida per l’espatrio, in condizioni di perfetta integrità e con una validità minima di 5 mesi. In alternativa è necessario il passaporto, in condizioni di perfetta integrità e con una validità residua di almeno 6 mesi.
  • Visto il largo anticipo della pubblicazione di questo programma (30 novembre 2021), eventuali disposizioni riguardanti obblighi sanitari o certificazioni di vaccinazione saranno comunicati in seguito allorché ci sarà maggior chiarezza.
  • In caso d’impossibilità ad effettuare il viaggio a causa di restrizioni regionali o statali dovute alla pandemia, ci attiveremo per trovare una data alternativa oppure, a scelta del cliente, provvederemo a rimborsare la quota versata.
  • Le quote sono soggette a riconferma (21 giorni prima della partenza) anche in vista di una eventuale variazione del costo del trasporto, del carburante, diritti e tasse di imbarco o sbarco, nei termini e tempi previsti da D.I nr 111.

 

Mario Bevione, l’esperto che ci accompagna, si presenta:

La mia attività si divide in due parti. La prima è rivolta a un uditorio di professionisti e comprende i corsi per sommelier AIS (Associazione Italiana Sommelier), masterclass e degustazioni per buyers, enologi, giornalisti e Sommelier; e da oltre dieci anni alla redazione di VITAE, la guida ai vini italiani edita da AIS. La seconda coinvolge gli appassionati, con corsi di introduzione al vino e alla degustazione, serate divulgative, eventi aziendali e di team-building. Viaggi, esperienze e letture mi hanno portato a ricercare un nuovo linguaggio per comunicare il vino orientato al racconto, privilegiando il territorio, la sua storia e soprattutto le persone che lo abitano e coltivano.
La Georgia mi ha sorpreso per la cultura, l’ospitalità oltre che per i vini di alto livello e grande personalità. Sono felice di condividere queste scoperte con chi parteciperà al viaggio.

Queste le cantine che visiteremo:

Bagrationi
Se si pensa alla Georgia del vino non si pensa agli spumanti. L’eccezione è rappresentata da questa azienda, che fa delle bollicine il suo cavallo di battaglia. Con vigneti situati nelle regioni di Kakheti, Kartli e Imereti, l’azienda produce spumanti metodo classico e metodo Charmat, esclusivamente con vitigni autoctoni. Fondata nel 1937, le sue origini risalgono però al 1882, quando il Principe Ivane Bagrationi-Mukhraneli avviò la produzione di vini spumanti ottenendo diversi riconoscimenti internazionali.

Nikoloz Antadze
Niki Antadzed da proprietario di locali notturni si è trasformato in uno dei leader del movimento dei vini naturali georgiani. La sua piccola azienda, di soli 3 ettari e con 13000 bottiglie prodotte, è situata a Manavi, nella regione del Kakheti: qui dal 2006 Niki produce vino utilizzando le varietà locali Rkatsiteli, Saperavi e Mtsvane. Il suo segreto sono le viti, che in alcuni casi raggiungono e superano i 100 anni di età e che beneficiano di un’altitudine che raggiunge i 750 metri. Anche in questo caso la vinificazione è quella tradizionale, e prevede lunghi periodi di macerazione in qvevri sia per i rossi che per i bianchi.

Nika Bakhia
Architetto e scultore, Nika ha trasformato la sua passione per il vino in professione. Letteralmente innamorato del Qvevri, ha creato l’Associazione Qvevri e fatto nascere il movimento dei vini in anfora. La sua azienda nasce nel 2006, acquistando i cru Tsarapi e Akhoebi e recuperando una cantina abbandonata; nei circa 7 ettari di proprietà coltiva le uve Saperavi, Rkatsiteli, Tavkveri, Khikhvi e Mstvane. In vigna non è utilizzato nessun additivo chimico e si utilizza solo la forza umana e dei cavalli. In cantina si segue senza compromessi la tradizione georgiana, caratterizzata da grande eleganza e vini subito pronti.
Gogo Wine
Artana è un piccolo villaggio del Kakheti, più precisamente nella sottozona di Napareuli. Qui Kakha Berishvili nei primissimi anni 2000 ha iniziato a produrre vino con 3 ettari di proprietà utilizzando uve Rkatsiteli e Saperavi vinificate in modo tradizionale e senza l’aiuto di chimica in vigna. Dal 2015 la figlia Ketevan è entrata in azienda, affiancando alle etichette già esistenti una nuova linea, denominata Gogo Wine (gogo in georgiano significa ragazza) e dando inizio a una nuova e interessante ondata di produttrici. Piccola cantina, dove il termine “familiare” è decisamente ben speso.

Schuchmann Wine
Nel 2008 Burkhard Schuchmann, un manager e industriale tedesco, dopo aver viaggiato per la Georgia ed essersi innamorato dei suoi vini, decide di creare la propria azienda. Lo fa con l’aiuto di George Dakishvili, vignaiolo da tre generazioni ma soprattutto amico. Oggi Schuchmann è un colosso da 60 ettari, sicuramente più vicino a uno chateau bordolese che alla tradizionale azienda georgiana. Due le linee di vino prodotte, una che adotta i sistemi di vinificazione tradizionali georgiani, l’altra che utilizza la tecnica europea. Il saperavi rappresenta i due terzi della produzione, ma accanto ai vitigni tradizionali trovano posto anche gli internazionali chardonnay e cabernet.

Iago Bitarishvili
Questa cantina si trova nel villaggio di Chardakh, nella regione del Kartli. È stata la prima del paese a ottenere la certificazione biologica. In vigne che superano i 50 anni situate nella Valle Mukharani, si coltiva soprattutto il Chinuri, varietà a bacca bianca. Anche qui si segue il tradizionale metodo di vinificazione georgiano, e sia la fermentazione sia l’affinamento avvengono a contatto con le bucce e i raspi in giare di argilla. La cantina conta qvevri di oltre 300 anni, con capacità variabile da 150 fino a 3.000 litri. Sono solo 5000 le bottiglie prodotte annualmente.

Nikoladze Wine Cellar
Se c’è una figura di riferimento nel rinascimento del vino georgiano, questo è sicuramente Ramaz Nikoladze: non solo vignaiolo ma anche leader, mentore e supporto per moltissimi colleghi e soprattutto artefice della diffusione e del successo del vino georgiano sul mercato europeo e su quello americano. Siamo a Nakhshirgele, nella regione dell’Imereti, dove vigne centenarie da sempre proprietà della famiglia producono uve delle varietà Tsitska e Tsolikauri, ovviamente vinificate seguendo i metodi tradizionali.

Baia’s Wine
Le donne, seppur con notevoli eccezioni, sono sempre state poco presenti nella storia del vino georgiano. Baia Abuladze ha voluto andare controcorrente e con determinazione e orgoglio ha continuato la tradizione di famiglia nel piccolo villaggio di Obcha, nell’Imereti. Ma Baia non si limita solamente a produrre vino in modo tradizionale con uve tsolikouri e tsitska; si sta adoperando affinché le giovani generazioni tornino alla terra e alle cantine, per mantenere la tradizione del vino georgiano e farla conoscere nel mondo.

Château Mukhrani
Alla fine del 1800 il vino di questa azienda era tra i più consumati nei caffè e nei ristoranti parigini. Marito sicuramente del Principe Mukhranbatoni che, dopo che il suo vino aveva vinto un premio all’Esibizione Internazionale, pagò alcuni studenti affinché andassero a richiederlo nei locali. Oggi l’azienda, rifondata nel 2002 dopo un periodo di decadenza, possiede oltre 100 ettari di vigne, coltivati sia con varietà locali sia internazionali e produce vini prevalentemente in stile europeo.

 


INFORMAZIONI E PRENOTAZIONE PRESSO

Proviaggi T.O.
Modena – Italia – Via P.Giardini, 430
Tel 059.35 98 11 – Fax 059.359748 – Cell 335.7744812
Mail a: fabrizioferrari@proviaggi.it


Acquisto su preventivo

Il viaggio è un'esperienza unica: la tua. Compila il modulo sottostante inserendo le informazioni dettagliate per realizzare il tuo viaggio.

Modulo di richiesta preventivo/personalizzazione viaggio:


Ho letto e accetto la privacy policy: