Fiorano: Via San Francesco, 205 41042 Fiorano Modenese (MO) Tel: 0536 832030 - turismo@proviaggi.it

Modena: Via Giardini, 430 41124 Modena - Italy. Tel: 059 359811 - modena@proviaggi.it

← Creati per voi

LONG WEEK END GERUSALEMME E TEL AVIV

Partenze da dicembre ad aprile / 5 giorni - 4 notti / Voli diretto da Bologna

 

È nelle sue due principali città, vicine l’una all’altra eppure così diverse, che il popolo di Israele esprime al meglio la propria identità e la propria idea di società. Dalle tonalità azzurre del Mediterraneo ai moderni grattacieli che si affacciano sulle spiagge urbane, i mercati, i ristoranti, una sfavillante vita notturna e una vitalità che si sprigiona tra locali, musei, boutique e architettura Bauhaus: tutto questo è Tel Aviv, fondata sulle speranze del XX secolo e principale centro del moderno stato d’Israele. A pochi chilometri Gerusalemme, una delle città più antiche del mondo, “santa” alle tre grandi religioni monoteiste che nel corso dei secoli si sono incontrate e scontrate per l’alto valore simbolico che ha da sempre incarnato. Una città che tra convivenza e rivendicazioni, non solo mantiene intatto il fascino del suo passato, ma ha ancora molto da raccontare e da rappresentare nella storia dell’umanità. Due città diverse nella loro essenza, eppure entrambe vive e ancora protagoniste dei tempi a noi contemporanei: l’una con lo sguardo rivolto verso il futuro, l’altra verso un passato eterno.

In assoluta libertà scoprirete angoli nascosti e luoghi carichi di significato, un emozionante urban trekking con passo lento, cuore aperto e sguardo curioso.

 

1° GIORNO SABATO: BOLOGNA / TEL AVIV – GERUSALEMME

Partenza da Bologna con volo low cost diretto per Tel Aviv. Arrivo, disbrigo delle formalità doganali e partenza verso Gerusalemme con bus di linea. In soli poco più di 60 km ci si ritroverà nella città contesa tra le religioni, il territorio più discusso della Storia. Si può iniziare con la visita dal Monte degli Ulivi che si trova in prossimità dell’ingresso orientale alla città vecchia. Il posto è rilevante sia per le vedute che offre su Gerusalemme, sia per il significato religioso. Il locale cimitero ebraico, pare il più antico in funzione al mondo, è il luogo dove gli ebrei amano essere sepolti perché qui, secondo le loro credenze, Dio inizierà a resuscitare i morti quando giungerà il momento del giudizio universale. Sul monte e nelle vicinanze si trovano altri luoghi sacri come la Chiesa del Pater Noster e l’Orto di Getsemani con le sue antichissime piante di ulivo. Si prosegue verso il Museo Memoriale dell’Olocausto, lo Yad Vashem inaugurato nel 1953 e riconosciuto come centro mondiale per la documentazione, ricerca, educazione e commemorazione dell’olocausto. Il Museo è rilevante sia per la zona in cui è stato costruito, sia per l’architettura che lo caratterizza. È un museo che equivale ad una esperienza storica perché è in grado di suscitare sensazioni molto forti grazie a tutti gli spazi interni ed esterni connessi tra loro tramite il filo sottile della storia. L’ultima tappa è il mercato di Mahane Yehouda dove più di 250 venditori offriranno la loro merce che varia dai generi alimentari, ai vestiti, alle spezie.

Pernottamento in hotel.

 

2° GIORNO DOMENICA: GERUSALEMME la citta’ vecchia

Prima colazione. La giornata dedicata alla visita della Città vecchia, ovvero la Gerusalemme che sorge all’interno delle mura del XVI secolo, si stende su una vasta area collinare. La Porta di Damasco, una delle più note, introduce alla parte nord, quella palestinese. Varcata la porta ci si trova immersi in una realtà che dichiara subito la sua appartenenza al mondo arabo-islamico. La Porta Santo Stefano o dei Leoni (vi sono due felini scolpiti ai lati del passaggio), è l’accesso orientale per chi provenga dal Monte degli Ulivi. Dopo il suo ingresso, a sinistra, si trova il Monte del Tempio che comprende la Cupola della Roccia e la Moschea di Al-Aqsa. Il luogo è davvero ritenuto assai sacro dagli islamici perché per loro rappresenta il terzo sito religioso più importante al mondo.

L’area lastricata, nota come “la spianata”, è vasta e al proprio centro ospita la Cupola della Roccia. E’ stata realizzata nel VII secolo su una superficie contesa con vigore dagli islamici e dagli ebrei. Qui la tradizione vuole che Abramo stesse per sacrificare il figlio Isacco a Dio. Questo luogo assume rilevanza in quanto opereranno le bilancie che nel giorno del Giudizio Universale peseranno pregi e difetti delle anime per decidere dove dovranno essere indirizzate per trascorrere l’eternità. La moschea Al-Aqsa è di grandi dimensioni, contiene sino a 5000 fedeli, quello che si vede oggi è il risultato di successive aggiunte e rifacimenti, e la parte iniziale risale al VII secolo. La spianata è davvero ritenuta imprescindibile anche per gli ebrei perché secondo la loro tradizione qui venne eretto il Primo Tempio che conteneva l’Arca dell’Alleanza. Vicino si trova il Muro Occidentale, più noto come Muro del Pianto. Dopo la distruzione anche del Secondo Tempio gli ebrei presero l’abitudine di recarsi in prossimità del muro proprio per pregare e piangere la perdita del Tempio. Da qui il nome che ancora oggi indica questo manufatto. L’accesso al muro, normalmente, è possibile in ogni ora del giorno e della notte tutti i giorni dell’anno.

Nel quartiere cristiano si vive un’atmosfera di partecipazione religiosa legata alla presenza della Basilica del Santo Sepolcro. La tradizione vuole che qui si trovi il luogo in cui Cristo sia stato crocifisso, sepolto e sia poi risorto. L’importanza della basilica risiede nel significato che il mondo cristiano nella sua generalità attribuisce a questo complesso di edifici. La basilica oggi comprende un convento francescano, sacrestia, portici, il carcere di Gesù, varie cappelle, tombe, alcune stazioni della Via Crucis

Rientro in hotel per un po’ di relax, prima di riuscire e per assisteremo al meraviglioso spettacolo di luci alla Torre di Davide, un’antica cittadella situata vicino alla Porta di Giaffa, uno degli ingressi alla città vecchia di Gerusalemme (condizioni metereologiche permettendo). Pernottamento in hotel.

 

3° GIORNO LUNEDì: DA GERUSALEMME A TEL AVIV

Prima colazione e partenza con bus di linea per Tel Aviv. Tempo la disposizione per un po’ di relax e poi una prima passeggiata per la città. Tel Aviv è un centro moderno in continua trasformazione. Qui si mescola il centro economico del paese e la vecchia Jaffa, la parte originaria che ha compiuto nel 2009 il suo primo secolo di vita. Contrasti, architettura moderna ed edifici degli anni ’50 fanno da cornice al suo spazioso lungomare che si estende fino al vecchio porto. Macchine, pedoni, biciclette, motorini invadono le strade a qualsiasi ora del giorno e della notte. Il ritmo di Tel Aviv è un ritmo continuo che si perpetua 24 ore su 24. Qui in ogni momento è possibile mangiare, acquistare generi alimentari, divertirsi, studiare, passeggiare … Tel Aviv non conosce il significato della parola pausa. Pernottamento in hotel

 

4° GIORNO MARTEDì: TEL AVIV

Prima colazione e partenza alla scoperta della parte più antica della città: Jaffa. Il Mar Mediterraneo fa sentire la sua presenza con il suo colore e il suo odore, meta preferita di surfisti e sportivi di ogni genere. Si percorrono a ritroso nella storia le tappe di questa città perdendosi tra i vicoli dell’affascinante Jaffa, le sue botteghe, i mercati, le piccole piazze nascoste tra i suoi edifici. Qui ebraico ed arabo si mescolano in un mix senza paragoni che suscita nel visitatore una voglia insaziabile di capire il significato di tutte le insegne, annunci e parole scambiate tra i passanti. Si prosegue verso uno dei quartieri più esclusivi di Tel Aviv chiamato Neve Zedek. Localizzato nella parte sud occidentale di Tel Aviv, è stato il primo quartiere ad essere costruito fuori dalle antiche mura di Jaffa. Il suo aspetto, negli ultimi anni del 1800, periodo in cui sorse, era molto diverso da quello attuale. Oggi sono protagonisti eleganti edifici colorati segno di una architettura prestigiosa. Da qui si arriva sempre camminando al colorato Shuka Cermel, il mercato di frutta e verdura più animato della città dove sorprenderà la varietà di ortaggi, spezie, colori e come in ogni buon mercato il vociare dei venditori nonché le loro migliori offerte della giornata. E’ il cuore di Tel Aviv dove le strade più famose di Shenkin, Allenby, Nachalat Benyamin si mescolano. Per arrivare poi nella strada più prestigiosa di Tel Aviv, Rotchild Boulevard, dove tutti desidererebbero avere un piccolo appartamentino. Questo è il centro anche della architettura Bauhaus. Pernottamento in hotel.

 

5° GIORNO MERCOLEDì: TEL AVIV – BOLOGNA

Prima colazione e trasferimento privato in aeroporto e volo low cost diretto per Bologna.


Acquisto veloce con carte di credito, prepagate e conto Paypal

Se è presente un codice per l'acquisto veloce del viaggio/pacchetto, inserisci qui i dati relativi all'ordine (codice e prezzo)
e clicca sul tasto "Paypal paga adesso":



Acquisto su preventivo

Nel caso il viaggio/pacchetto non sia acquistabile attraverso un codice per "l'acquisto veloce", premere il tasto sottostante e compilare il modulo con le informazioni richieste.

Modulo di richiesta preventivo/personalizzazione viaggio:


Ho letto e accetto la privacy policy: